Ciò nonostante, e anche nel 1969, “Blue Movie” di Andy Warhol, fu il primo film erotico per adulti raffigurante porno sesso esplicito a ricevere un’ampia distribuzione teatrale negli Stati Uniti. Il film è stato un film seminale nell’età d’oro del porno e, secondo Warhol, una grande influenza per la realizzazione di “Ultimo tango a Parigi”, un film drammatico erotico controverso a livello internazionale, interpretato da Marlon Brando, e pubblicato pochi anni dopo la realizzazione di Blue Movie. Il studio accademico della porno, in particolare negli studi culturali, è limitato, forse a causa della polemica sull’argomento da parte del femminismo. La prima rivista accademica sullo studio della porno, “Studi Porno”, è stato pubblicata nel 2014. La pornografia viene spesso distinta dalle opere erotiche, che consistono nella rappresentazione della sessualità con alte aspirazioni artistiche, concentrandosi anche sui sentimenti e le emozioni, mentre la pornografia comporta la rappresentazione di atti in maniera sensazionale, con l’intera attenzione per l’atto fisico, in modo da suscitare reazioni intense e rapide. La pornografia viene generalmente classificata come softcore o pornografia hardcore. Un’opera pornografica è definita hardcore se presenta qualsiasi contenuto hardcore, non importa quanto piccolo. Entrambe le forme di pornografia contengono generalmente nudità. Il softcore generalmente contiene immagini di nudo o nudo parziale in situazioni sessualmente suggestive, ma senza attività sessuali esplicite, penetrazione sessuale o feticismo “estremo”, mentre la pornografia hardcore può contenere attività sessuali e penetrazioni visibili, tra cui scene di sesso non simulato.